Dispensa ecommerce

carrello

Non ci sono prodotti presenti nel carrello.

Subtotale
totale
55,97€
vai al carrello

Il prodotto è stato aggiunto con successo.
Il prodotto è stato aggiunto con successo ( unità unità). Il totale del carrello è ora di
Il prodotto è stato aggiunto con successo ( elemento elementi). Il totale del carrello è ora di
Il prodotto è stato rimosso con successo. Il totale del carrello è ora di
La quantità del prodotto è stata aggiornata con successo ( unità unità). Il totale del carrello è ora di
La quantità del prodotto è stata aggiornata con successo ( elemento elementi). Il totale del carrello è ora di
Nome prodotto

Brands

Martin Miller's

Gin Martin Miller's Summerful
(0000000NZZ0)

37,00 €
700 ml
Consegna prevista:24/48 ore
37,00 €
37,00 €
 Wishlist

Tutti i prezzi includono IVA

Dati aggiuntivi sul buono*

Inserisci un indirizzo e-mail valido!

* nessun campo è obbligatorio ma un'e-mail non valida non sarà salvata

  • Percentuale alcolica
    40 %
  • Paese
    Regno Unito
  • Formato
    700 ml
  • Denominazione
    Gin
  • Materia
    ginepro
    agrumi
  • Produttore
    Martin Miller's
Consegna prevista:24/48 ore
37,00 €
37,00 €
 Wishlist

Tutti i prezzi includono IVA

Dati aggiuntivi sul buono*

Inserisci un indirizzo e-mail valido!

* nessun campo è obbligatorio ma un'e-mail non valida non sarà salvata

  • descrizione
  • consumo
  • Brand

C’era un tempo, non troppo lontano, prima dell’anno 1999, in cui ordinare un gin & tonic non era affatto popolare ed elegante come lo percepiamo oggi. Mal servito, tiepido e piatto, il gin & tonic non era certo sinonimo di buon gusto; per tutti, tranne che per un uomo, che credeva profondamente nel potenziale di un gin ben fatto miscelato in un buon gin & tonic. In un momento in cui tutti pensavano che il gin avesse preso raggiunto il fondo del baratro, stabilendovisi, Martin Miller vide in questo distillato una possibilità concreta. “Farò il mio gin, e che problema c’è? Le cose stanno così: devo trovare il miglior distillatore di Inghilterra, cercare le migliori botaniche e scovare l’acqua più pura possibile” queste le parole di Miller. “Tu sei completamente pazzo” - si sentì dire dall’amico - “facciamolo”. Un uomo tutt’altro che ordinario, Martin Miller aveva nel suo DNA arte, creatività e spirito imprenditoriale; collezionista di opere d’arte, si dilettava nella fotografia e ospitava alcune tra le migliori feste pop di Londra. Un personaggio decisamente eclettico, riuscito a proiettare la sua passione per i pezzi da collezione ben fatti in un gin destinato a diventare simbolo della rinascita di questa categoria. Martin Miller è stato chiaro fin dall'inizio su come voleva il suo gin: "Un classico taglio da distillatore, direttamente dal cuore dello spirito, tagliente come un abito Savile, ma liscio e raffinato come una Bentley”. Dopo diversi esperimenti è arrivata la folgorazione sulla via di Damasco: distillare separatamente i migliori agrumi e le piante aromatiche, mantenendo poi solo il cuore dei due distillati. Tecnica che ha permesso al gin finale di sviluppare un equilibrio ottimale, con il ginepro sempre dominante, una freschezza agrumata, la nota legnosa data dalla radice di angelica e la parte di zenzero, salvia e limone sul finale molto pulito. Il distillato finale viene miscelato con acqua purissima di sorgente islandese che conferisce al gin un bouquet delicato e distintivo.

Note gustative
L’Originale, ma in versione estiva, con aggiunta di rosmarino dall’Inghilterra e timo artico dall’Islanda. Proprio quest’ultimo mette in gioco una serie di sapori floreali che completano gli aromi balsamici del rosmarino.

Martin Miller's

C’era un tempo, non troppo lontano, prima dell’anno 1999, in cui ordinare un gin & tonic non era affatto popolare ed elegante come lo percepiamo oggi. Mal servito, tiepido e piatto, il gin & tonic non era certo sinonimo di buon gusto; per tutti, tranne che per un uomo, che credeva profondamente nel potenziale di un gin ben fatto miscelato in un buon gin & tonic. In un momento in cui tutti pensavano che il gin avesse preso raggiunto il fondo del baratro, stabilendovisi, Martin Miller vide in questo distillato una possibilità concreta. “Farò il mio gin, e che problema c’è? Le cose stanno così: devo trovare il miglior distillatore di Inghilterra, cercare le migliori botaniche e scovare l’acqua più pura possibile” queste le parole di Miller. “Tu sei completamente pazzo” - si sentì dire dall’amico - “facciamolo”. Un uomo tutt’altro che ordinario, Martin Miller aveva nel suo DNA arte, creatività e spirito imprenditoriale; collezionista di opere d’arte, si dilettava nella fotografia e ospitava alcune tra le migliori feste pop di Londra. Un personaggio decisamente eclettico, riuscito a proiettare la sua passione per i pezzi da collezione ben fatti in un gin destinato a diventare simbolo della rinascita di questa categoria. Martin Miller è stato chiaro fin dall'inizio su come voleva il suo gin: "Un classico taglio da distillatore, direttamente dal cuore dello spirito, tagliente come un abito Savile, ma liscio e raffinato come una Bentley”. Dopo diversi esperimenti è arrivata la folgorazione sulla via di Damasco: distillare separatamente i migliori agrumi e le piante aromatiche, mantenendo poi solo il cuore dei due distillati. Tecnica che ha permesso al gin finale di sviluppare un equilibrio ottimale, con il ginepro sempre dominante, una freschezza agrumata, la nota legnosa data dalla radice di angelica e la parte di zenzero, salvia e limone sul finale molto pulito. Il distillato finale viene miscelato con acqua purissima di sorgente islandese che conferisce al gin un bouquet delicato e distintivo.

stesso brand

suggeriti