Dispensa ecommerce

carrello

Non ci sono prodotti presenti nel carrello.

Subtotale
totale
55,97€
vai al carrello

Il prodotto è stato aggiunto con successo.
Il prodotto è stato aggiunto con successo ( bottiglia bottiglie). Il totale del carrello è ora di
Il prodotto è stato rimosso con successo. Il totale del carrello è ora di
La quantità del prodotto è stato aggiornata con successo ( bottiglia bottiglie). Il totale del carrello è ora di
Nome prodotto

Brands

Cretapaglia

Calabria igp Sciccu
(0000000I6V0)

14,50 €
750 ml
  • 750 ml
  • 1 bottiglia 14,50 €
  • 3 bottiglie 13,77 €
  • 6 bottiglie 13,05 €
  • Percentuale alcolica
    12,5 %
  • Uvaggio Autoctono
    Si
  • Solfiti
    Si
  • Gluten Free
    Si
  • Ogm Free
    Si
  • Annata
    2020
  • Paese
    Italia
  • Area
    Calabria
  • Formato
    750 ml
  • Uvaggio
    Guardavalle
    Mantonico Pinto
    Granazza
  • Chiusura
    Sughero
  • Denominazione
    Calabria igp
  • Cantina
    Cretapaglia
Consegna prevista:24/48 ore
14,50 €
14,50 €
 Aggiungi al carrello

Tutti i prezzi includono IVA

  • Solfiti
  • Autoctono
  • Gluten free
  • Ogm free
  • descrizione
  • consumo
  • Produttore

Antonello Canonico coltiva 3 ettari di vigne dedicandosi al recupero degli antichi varietali della Calabria. Le uve coinvolte sono Guarnaccia, Guardavalle e Mantonico, fermentate separatamente con lieviti indigeni in botte da 500 l di Slavonia. Dopo la malolattica avviene l’affinamento di tutti e tre i varietali in cemento.

Note gustative
Sciccu, dal calabrese: sciccoso, elegante è un blend di 3 uve: Guarnaccia, Guardavalle, Mantonico. Un bianco dal colore giallo paglierino carico con riflessi arancio. Il miele d’acacia, la frutta esotica e i fiori gialli ci inebriano di profumo. Ci piace la sua schiettezza che senza troppi giri di parole conferma la capacità recuperare vigne dismesse e tecniche di produzione antiche senza perdere eleganza e contemporaneità.

Cretapaglia

Antonello Canonico non è nuovo a rivoluzioni nel mondo del vino: già parte per 10 anni del progetto L’Acino, nel 2017 decide di ricominciare da capo con un mondo tutto suo, Cretapaglia: 3 ettari recuperati dai terreni aspri e inospitali dei suoi monti a San Marco Argentano, in provincia di Cosenza, dove riscatta le vigne da una triste storia di abbandono che risale agli inizi del Novecento, quando la regione fu testimone di una massiccia emigrazione. Parliamo di varietà come Mantonico, Magliocco, Zibibbo, Greco Nero, Guardavalle, uvaggi di cui si potrebbe leggere nei testi degli antichi Greci. Antonello recupera e impara dagli anziani della sua terra le tradizioni antiche di fare il vino che ora applica nella sua cantina che, com’è naturale, si trasforma in anima e identità del territorio.

suggeriti