Dispensa ecommerce

carrello

Non ci sono prodotti presenti nel carrello.

Subtotale
totale
55,97€
vai al carrello

Il prodotto è stato aggiunto con successo.
Il prodotto è stato aggiunto con successo ( bottiglia bottiglie). Il totale del carrello è ora di
Il prodotto è stato rimosso con successo. Il totale del carrello è ora di
La quantità del prodotto è stato aggiornata con successo ( bottiglia bottiglie). Il totale del carrello è ora di
Nome prodotto

Brands

Oltretorrente

Colli Tortonesi Doc Timorasso
(0000000J5L0)

17,00 €
750 ml
  • 750 ml
  • 1 bottiglia 17,00 €
  • 3 bottiglie 16,15 €
  • 6 bottiglie 15,30 €
  • Percentuale alcolica
    13,5 %
  • Uvaggio Autoctono
    Si
  • Solfiti
    Si
  • Gluten Free
    Si
  • Ogm Free
    Si
  • Annata
    2019
  • Paese
    Italia
  • Area
    Piemonte
  • Formato
    750 ml
  • Uvaggio
    Timorasso - 100%
  • Chiusura
    Sughero
  • Denominazione
    Colli Tortonesi Timorasso Doc
  • Cantina
    Oltretorrente
Consegna prevista:24/48 ore
17,00 €
17,00 €
 Aggiungi al carrello

Tutti i prezzi includono IVA

  • Solfiti
  • Autoctono
  • Gluten free
  • Ogm free
  • descrizione
  • consumo
  • Produttore

Da vigneti collinari nel comune di Paderna, terra di grandi bianchi e di grandi ciclisti, coltivati in biologico, nel massimo rispetto dell’ambiente e la sua biodiversità. La vinificazione non potrebbe essere più semplice: pressatura soffice dei grappoli interi, fermentazioni ad opera dei lieviti indigeni in vasche di cemento, affinamento sulle fecce fini per una decina di mesi, niente chiarifiche nè filtrazioni, zero scorciatoie enologiche, solo il minimo indispensabile di solfiti.

Note gustative
Un Timorasso tutta finezza, di grande naturalezza espressiva, giocato sulla componente minerale-gessosa più che sul frutto esuberante. Al naso una delicata e discreta componente floreale. Il palato è di cristallina purezza, agile e scorrevole, come bere acqua di fonte.

Oltretorrente

Oltretorrente nasce nel Piemonte dei Colli Tortonesi dall’incontro delle menti e dei sogni di due agronomi nel 2010 decidono di convergere in un progetto comune e indipendente: acquistano circa un ettaro vitato, vecchie viti di Barbera (alcune raggiungono anche il centinaio d’anni), con la sua piccola cantina annessa per vinificare. Due anni dopo si aggiunge un altro ettaro e mezzo e iniziano la rituale conversione a un’agricoltura biologica che strizza l’occhio alla biodinamica - della quale, di fatto, rispettano strettamente le regole. Oggi il già menzionato Barbera, il Dolcetto, il Timorasso e il Cortese vengono prodotti con un approccio artigianale e antico che restituisce vini sorprendenti e mai omologati alla grande produzione, specchio verace della stagionalità e del terroir.

suggeriti